Blog: http://Surrealismo.ilcannocchiale.it

Libro: Salvador Dalì. Il genio arrogante

Scioglie corpi e orologi, poi appuntisce i baffi sotto uno sguardo spiritato. Salvador Dalì è il genio folle del surrealismo, la firma dell'arte come paranoia, il cantore del delirio. Instancabilmente ambiguo, nella vita come nelle opere, strappa gli occhi alla realtà per accecarci d'inconscio, di ossessioni oniriche, macabre, erotiche. Perché è lui (è anche lui) quello diviso tra cosciente esaltazione e segreta fragilità. E lui che afferma "il surrealismo sono io", e poi cerca rifugio tra le braccia della moglie e musa Gaia. Lui, quello che sceglie di vivere gli ultimi anni della propria esistenza in quel capolavoro di celebrazione ed eccentricità che è il museo (di Figueras) dedicato a se stesso. E lui, allora, che dobbiamo conoscere. Guidi Rita Salvador Dalì. Il genio arrogante Editore Bevivino (2005) pagine 90, prezzo 5,00 €

Pubblicato il 25/1/2006 alle 22.21 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web